Topinambur, questo benefico sconosciuto


Ricco di Inulina , è particolarmente indicato per la dieta dei diabetici , ideale anche per l’alimentazione di vegetariani e vegani: sostituisce la carne.

Pianta erbacea originaria dell’America Settentrionale è parente del girasole, simile alla margherita, viene coltivata anche come ornamento, ma è per il suo tubero commestibile che è stata introdotta in Europa nel XVII sec.
In Italia è, purtroppo, poco conosciuta come alimento dalle nuove generazioni.
Il topinambur ha, alla sua radice, numerosi tuberi nodosi, irregolari di colore rossastro: a prima vista possono sembrare dei bulbi come quello del tulipano. Di sapore gradevole ricordano il carciofo, per cui sono chiamati anche “carciofo di Gerusalemme”. Il loro uso, anticamente, era diffuso come quello delle patate e da queste, essendo più ricche di amido, sono state poi soppiantate nei consumi alimentari.
In Piemonte sono un’autentica tradizione, si chiamano “ciapinabò. Un tempo, si vendevano in grandi sacchi, vicino a quelli dei funghi secchi. Sono la base per varie ricette che ne esaltano il sapore delicato tendente al dolce e allo stesso tempo forte ed intenso. E’ di rigore gustarlo crudo, tagliato a fettine sottili, come accompagnamento alla bagna cauda, la salsa piemontese I topinambur si raccolgono d’Inverno dopo che la pianta si è seccata e, come le patate ( consigliabile perché sono bitorzoluti), si pelano con il pelapatate; è preferibile però cucinarli con tutta la buccia, infarinati e fritti per un contorno diverso dal solito, crudi in insalata oltre all’intramontabile e sanissima cottura a vapore. Si conservano, come le patate in cassette poste luoghi bui e asciutti preferibilmente con una temperatura che non superi i 10° C , l’ideale sarebbe una cantina, va bene anche un luogo riparato della cucina da controllare settimanalmente: se vedete germogli sono da consumare . L’alimento fornisce poche calorie, circa 30 Kcal per 100 grammi di prodotto e quindi consigliato per chi sta seguendo una dieta. Inoltre è ricco di sali minerali, vitamina A, amnioacidi e di biotina ( vitamina H) importantissima per prevenire la stanchezza fisica, dolori muscolari ed inappetenza. Facilita la secrezione biliare verso l’intestino giovando alla sua funzionalità grazie al batterio Lactobacillus utilizzato nella flora intestinale. Acqua e Sali minerali lo rendono un ottimo diuretico
Ci credereste? Il Topinambur non forma glutine di conseguenza è adatto anche alla dieta del celiaco, oltre a quella dei diabetico
Attenzione per chi soffre di intestino irritabile o di colite : è vietato perché provoca fermentazioni intestinali. Per tutti gli altri : “ bentornato! Questo tubero ha tante virtù e sarebbe prezioso riscoprirle Non si vende più nei sacchi, si può trovare al market in confezioni da preferire bio.

  • Un Topinambur affettato sottilmente , o grattugiato, amalgamato ad uno yogurt ligh , è lo spuntino che “riempie”,ideale per ogni tipo di dieta.
  • 15 a 20 volte più Biotina della patata. E’ una vitamina che resiste a cotture molto elevate la cui azione è quella di stimolare il ricambio, la sua carenza dà origine a manifestazioni cutanee ( desquamazione).

I Topinambur contengono:

      • Vitamina A
      • Vitamina B
      • Ferro
      • Calcio
      • Magnesio
      • Fibre
Annunci

One thought on “Topinambur, questo benefico sconosciuto

  1. “Poco conosciuto dalle nuove generazioni”?! Io l’ho ‘scoperto’ a 37 anni! Maledizione…. ma adesso, forte anche delle tue chiare spiegazioni, ho intenzione di recuperare il tempo perduto a non mangiarlo!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...