I misteri di Leonardo – Gioconda ‘ smile


 

Nell ‘ indirizzo internet  https://stupendizia.files.wordpress.com/2012/02/lionardo-beatrice1.pdf  , si chiarisce il motivo del sorriso misterioso e allusivo della Gioconda ( che sarebbe Beatrice d’ Este -giovane moglie di Loduvico il Moro-, la quale avrebbe avuto Massimiliano Sforza da Leonardo ) ; la Gioconda fu effettivamente dapprima dipinta con un velo davanti alla bocca come le partorienti morte-Beatrice mori’ probabilmente avvelenata partorendo il terzo figlio-, ma poi Leonardo la fece crescere , accompagnandosi nei suoi spostamenti col quadro fino alla morte di lui ( quando Beatrice avrebbe avuto 40-45 anni ; nelle lunette sopra il Cenacolo , LV stava sia per Leonardo che per Ludovico Visconti , BE e MS altre iniziali chiarificanti..) : cosi’ il sorriso non e’ per noi , e’ per lui per Leonardo , che ha fatto rivivere la sua lei e crescere lungo la vita che gli restava ..e l’ha resa immortale ..in chi ama ..forse ).
La Gioconda , Beatrice , la S. Anna sono somiglianti alla nonna di Leonardo , Lucia ( nella sala di Donatello , al Bargello , sulla parete in fondo ci sono 5 busti attribuiti alla bottega di Donatello , ma probabilmente fatti da Leonardo : li’ forse c’ e’ il busto di nonna Lucia e forse anche il David e l’Atis sono opera di Leonardo .. gia’ altri l ‘ hanno sospettato : il David e l’Atis (attribuito dopo 300 anni) sono stati visti per la prima volta molti anni dopo la morte di Donatello senza riscontri di ordinazione e , pur essendo piccole statue (m.1,10) , sono composti di 7-8 pezzi saldati improbabimente composti da un Donatello che sapeva fondere il cavallo del Gattamelata in un sol getto (4 metri))….
Sono accessibili presso quattro diversi proprietari una decina di oggetti , provenienti da quattro ritrovamenti ( il primo nel 1985 e gli altri tre intorno al 2000 ) , composti di un ‘ unica originale lega di ottone ( la maggior parte sono pesanti formelle di cui invio esemplari-foto o indirizzo http://www.lionardo.bizhosting.com e http://www.filografia.it -forum -approfondimenti ).
Da circa 20 anni collaboro al loro studio , cercando di dimostrare la non-attribuibilita’ a Leonardo , anche se richiamata dai siti di ritrovamento e dai caratteri esecutivi ( notare la stessa costruzione nei circoncentrici , nelle vene della gamba e nella lettera V del gruppo VdL) , ma senza successo ; anzi il maestro toscano ritorna in ogni indizio e particolare indicando soluzioni al ‘mistero Leonardo’ .

Ancora in vita, Leonardo e’ stato oggetto di grande interesse , ma intorno a lui ci sono molte incertezze e domande senza risposta fino a parlare di ‘misteri’ .
Gli oggetti dei ritrovamenti riferiti in precedenza ( il primo in provincia di Arezzo nel 1985 : 3 pezzi ; gli altri intorno al 2000 con 4 pezzi sui navigli di Milano ( 2 formelle di cui una uguale alla prima ma senza ‘mutandoni’ e due angeli ) , 2 in provincia di Siena e uno a Firenze ( ora in USA )) hanno in comune ( almeno tutti quelli testati ) un ‘ unica quasi irripetibile composizione chimica ; il loro studio , con il contributo prevalente di S. Troiani specie per la formella gia’ presentata , ha permesso di formulare le seguenti domande e di rispondervi almeno in parte :
1 ) Leonardo era scultore ?
2 ) Quali le sue opere e i suoi caratteri scultorei ?
3 ) Era egli un omosessuale ?
4 ) Perche’ scrisse ” I medici mi crearono e mi distrussero ” ?
e ” Quando feci Cristo bambino ignudo , voi mi carceraste , ora s ‘ io lo fo ‘ grande , che mai mi fareste ”?
5 ) Dove sono le misure perfette nell ‘ uomo vetruviano ( divina proportione ) ?
6 ) Fece egli la quadratura del cerchio ?
7 ) Perche’ la cupola del Brunelleschi ha quella forma e la chiesa di S. Spirito e’ lunga 161 braccia ( Vasari ) ?
8 ) Perche’ i fiorentini , sempre critici , sfilarono due giorni e due notti davanti al cartone della s. Anna ?
9 ) Perche’ gli oggetti ritrovati ( quasi 50 kg. ) hanno quella particolare composizione ?
10 ) Perche’ la figura di Leonardo e’ cosi’ universlmente conosciuta e amata ?
La vita di Leonardo ha tante incertezze ma , includendo elementi di conoscenza venuti dallo studio degli oggetti ritrovati e della formella ricordata , si puo’ ricostruire come segue :
nasce ad Anchiano ( Vinci ) , ma cresce a Toia di Bacchereto presso le fornaci ‘ ad orcioli ‘ della nonna dove impara da subito a formare l ‘ argilla con abilita’ unica ( ancora oggi stupiamo davanti ad una statua fatta dal Bernini a 9 anni ! ) e facilmente si puo’ pensare che quell ‘ abilita’ poteva essere un mezzo per avere l ‘ amore negato dall ‘ essere figlio illegittimo ;
come scultore va quindi considerato formatore d ‘ argilla e di fusioni di ottone e bronzo ( la tradizione gli attribuisce il busto di cera della ‘Flora’); a 10 – 12 anni cominciano i suoi trasferimenti a Firenze dove il padre è notaio presso i Medici e l ‘ inserimento a 14 – 15 anni nella bottega del Verrocchio ; partecipo’ ai lavori della fusione della palla d ‘ oro (ottone similoro) sopra S: Maria del Fiore .; la sua indifferenza ( quasi diffidenza ) verso Lorenzo il Magnifico gli provocarono invidia e gelosie del potere ( il processo per omosessualita’ è un episodio ed i relativi 3 giorni chiuso in carcere segneranno per sempre la sua giovane vita : si mosse il Verrocchio per liberarlo e non il padre pure influente ) ; scelse poi di vivere possibilmente defilato rispetto al potere , magari vicino alla gente ; dopo il 1480 si trasferisce a Milano e quando ritorna a Firenze quasi 20 anni dopo , la città sembra averlo atteso silenziosamente e sfilerà 2 giorni e 2 notti davanti al cartone della S. Anna .
Rispondere in modo conciso e convincente alle domande presentate in precedenza è difficile ( a suo tempo spero lo farà Silvio Troiani , lo studioso a cui si devono i maggiori contributi di questa ricerca ) , ma si può dire :
1 ) Leonardo era sicuramente un grande scultore , ma esegui’ probabilmente soltanto lavori in terracotta e in cera per fusioni e modelli di stampi per ottone e terracotta (abbiamo trovato una bottega fiorentina che si vanta di usare per certi angioletti ancora stampi di 500 anni fa ) ; egli addirittura nel ‘ Trattato della pittura ‘ deride gli scultori di marmo .
2 ) Si potrebbe fare una lunga lista delle opere scultoree a lui attribuibili partendo dall ‘ esecuzione di questi 10 pezzi : tutto il Verrocchio migliore e buona parte del Leonardo da sempre sospettato è riconoscibile attraverso le formelle ritrovate .
4 ) Quelle frasi del Codice Atlantico , scritte forse 30 anni dopo gli avvenimenti , ricordano che i medici sono i Medici e quanto segnarono la vita di Leonardo quei 3 giorni di prigione per aver ritratto nudo un giovanissimo modello !
5 ) Come ha osservato il Troiani , la carta su cui è disegnato l ‘ uomo di Vetruvio si è deformata nel tempo ( facile controllare l ‘ ovalizzazione del cerchio ! ) del 5 % proprio nella direzione dove si poteva misurare il rapporto aureo di 1,618 , cioè tra l ‘ ombelico , la testa e i piedi ; la ‘ divina proportione ‘ all’epoca in auge ,fu applicata dal Brunelleschi nelle misure della cupola di S. Maria del Fiore e nella chiesa di S. Spirito .
9 ) I pezzi ritrovati hanno quella composizione chimica perchè fu quella trovata dalla bottega del Verrocchio per fare la palla di rame sopra S. Maria del Fiore , che doveva apparire d ‘ oro da lontano e contemporaneamente la lega di metallo fosse abbastanza facile da fondersi in grandi quantità ; forse i pezzi ritrovati provengono da fusione di rimanenze di bottega .
Ripetiamo che e’ necessario dimostrare , nonostante certe apparenze , che i 10 oggetti in discussione non sono opera di Leonardo e a questo scopo , aperti ad ogni contributo esterno , proponiamo che 10 città legate alla memoria del maestro ospitino a rotazione uno di questi 10 oggetti in altrettante mostre-educational con annesso un libro di critiche-in-progress ospitante valutazioni e lavori di critici ed esperti ed un libro per le impressioni del pubblico visitatore . Queste località potrebbero scegliersi tra Vinci , Firenze , Roma , Arezzo , Milano , Torino , Venezia per l ‘ Italia e Parigi , Londra , Madrid , Cracovia , S. Pietroburgo , Washington , Seattle per l ‘ estero , dove dovrebbero trovarsi musei ospitanti appoggiati ad istituti di ricerca e critica dell ‘ arte ; tutto potrebbe organizzarsi considerando che i 4 proprietari degli oggetti potrebbero riconoscere il 50% del loro valore ai musei ospitanti , dove sarebbero anche previsti aumenti di pubblico visitatore .

LEONARDO ‘ MISTERY AND GIOCONDA ‘ SMILE
In the internet address https://stupendizia.files.wordpress.com/2012/02/lionardo-beatrice1.pdf  , itis clarified the meaning of Gioconda’smile, misterious and allusive (the woman should be Beatrice d’ Este, Loduvico il Moro ‘ young wife , who should have had Massimiliano Sforza by Leonardo).
At first the Gioconda was effectively peinted with a veil before the mouth like in that time the dead woman in labour (she died probabely poisoned , giving birth to the third son), but then Leonardo took the painting in allhis travels changing her face during all his remaning life (untill Beatrice should had been 40-45 years old) ; in the lunettes over the ‘Cenacolo’ , LV could mean Leonardo Vince or Ludovico Visconti , BE and MS are other clarifying letters …: so the famous smile is not for us , but for Leonardo , who did her living …for ever .
Gioconda , Beatrice , S. Anna are almost similar to the Leonardo ‘ grand-mother Lucia ( in the Donatello ‘ room , at Bargello Museum , in the last wall there are 5 busts attribuited to Donatello ‘ workshop : there perhaps ‘nonna Lucia’ is …and also David and Athis are Leonardo ‘ works …others suspected that : David and Athis (attribuited after 300 years ) had been seen for the first time many years after the Donatello ‘ death , without commission ‘ papers , and that small statues (110 cm) are built with 8 welded parts improbabely composited by Donatello , who could fuse directly an horse of 4 meters (Gattamelata)

There are accessible by four different owners ten objects , coming from four findings ( the first-one in 1985 and the others around the year 2000 ) , compound of an original brass alloy ( mainly heavy formellas: you can find informations also in http://www.lionardo.bizhosting.com and http://www.filografia.it -forum -approfondimenti ) .
From 20 years i collaborate in their study , hoping to show the non-attribuition to Leonardo ( also if recalled by the places of finding and the execution ‘ characters : note the same buildingin circumcentrix , in leg’ vein , in the sign V in the LdV group )but without succex : the tuscany ‘ master come back suggesting also solutions to the Leonardo ‘ mistery .
Also if many people studied Leonardo , around him many uncertenties remain .
The finding objects recalled before , ( the first-one in Arezzo ‘ country in 1985 with 3 pieces ; the other-ones around the year 2000 with 4 pieces over the ‘navigli di Milano ‘ , 2 in Siena ‘ country and one in Florennce ( now in USA )) are done of the same chimical non-repeatable composition : their study , with special contribution of S.Troiani , admitted to formulate ( and answer ) to the fallowing asks :
1) Was Leonardo a sculptor ?
2) Which are his sculptur ‘ characters and works ?
3) Was he homosexual ?
4) Why he wrote ‘ i medici mi crearono e mi distrussero ‘ and ‘ quando feci gesu bambino ignudo voi mi carceraste ; se lo fo grande , che mai mi fareste ?
5)Where are the perfect measures in the Vetruvio ‘ man ( divina proportione) ?
6) Had he done the circle ‘ quadrature ?
7)Why the Brunelleschi ‘ dome has that form and the S. Spirito church is long 161 arms ?
8) Why the Florence ‘ inhabitants , always critic , walked for two days and two nigths before the S. Anna ‘ catoon ?
9) Why the finding objects ( almost 50 kgs ) have that special composition ?
10) Why he is so universally loved ?
Coming fro the formella ‘ knowledge , we can build the Leonardo ‘ life in that way :
he borns in Anchiano (Vinci), but grows near Toia di Bacchereto , by the granmother ‘ fornaces where he learns immediately to use perfectly the clay ( today we remain extonished near one of the Bernini’ statue , done at 9 years old !) ; easily we can think that his ability could be a way to have the lost love in being illegitimate son ; so he was a sculptor forming in clay and in fusion of brass and bronse ; at 10-12 years old , he begans his travels to Florence where the father was a notary by the Medici and his insertion in the Verrocchio ‘ workshop can be at 14-15 years old ; he worked in the fusion of the ‘golden ball’ upon the S. Maria del Fiore ‘ church ; his indifference ( almost mistrust ) towords Lorenzo il Magnifico mouved the envy of the extablishment ‘ power ( the trial for homosexuality is an act and the relative 3 days closed in jail will sign forever his young life : Verrocchio mouved for his freedom , but not the enough powerfull father ) ; after he choised to do a defilate life as possible ; after the years 1480 he went in Milamo and came back after 20 years , but Florence ‘ people went to see the S. Anna ‘ cartoon along 2 days and 2 nigths .
To answer for the previous asks concisely and convincently is not easy ( probabely S. Troiani will do it later ) , but we can say :
1) Leonardo was surely a big sculptor , but he made probabely only works in clay and in wax for fusions and moulds for brass and clay ( a shop in Florence says that his angels mouldsare 500 years old )
2) We could do a long list of works attribuible , starting from our formellas : all the best in Verrocchio and a large part of suspicioned Leonardo is recognizable to the author of the ten found objects .
4) That phrases in Codice Atlantico are written almost 30 years later the determining events ; that remind to us that the medician are the Medici and how much the Leonardo ‘ life was signed by the three days ‘ jail for drawing a young model !
5) Troiani observed that the paper , where the Vetruvio ‘ man is drawn , is deformed ( you can observe the ovalization of the circle ) of 5% (in 500 years !) just in direction of the ‘golden relaction’ = divina proportione = 1,618 namely between the navel to the head and feet ; the same proportion was applied by Brunelleschi in ‘ S. Maria del Fiore ‘ doom and in the church of S. Spirito .
9) The finding pieces have that chimical composition because it was found by the Verrocchio ‘ workshop for the golden ball over S. M. del Fiore ( it appeared like the gold and it was enough easily to melt in large quantity ; perhaps the ten objects came from the shop ‘ remainders ).
We think that it is necessary to show that the objects are not a Leonardo work ( or the contrary ) and for that we propose , open to every external contributions , that 10 cities tied to the memory of the tuscan master , will give hospitality to that objects in a rotational show-educational with a book -in-progress for experts and art’ criticians and a book for visitors .
We can choice these locations between Vinci , Firenze , Roma , Arezzo , Milano , Torino , Venezia in Italia and Paris , London , Madrid , Cracow , S. Peterbourg , Seattle , Washington for outside nations , where we should find hospitant museum jointed to researches institut and art critics ; all can be organized considering that the four owners of the objects could recognize the 50% of their value to the hospitant museum , where we can hope also an increasement of visiting people

Autore: Francis Oldog