Sangue di Drago


Illustri sconosciute.

Prugne classificate come ” categoria superiore” le famose  “Sangue di Drago” sono classificate  nella  scala ORAC ( Oxygen, Radical, Absorbance, Capacity),  una misura usata in medicina per indicare la quantità ideale di antiossidanti da assumere giornalmente, svettano all’ iperbolico  6259!

L’ideale si attesta sulle 5000 unità.da assumere giornalmente per un etto di alimento.

Il succo di melograna presenta 6000 unità per 100 grammi , i  mitici mirtilli si fermano a 3480.

Capirete bene quanto, e soprattutto come, le prugne Sangue di Drago riescano. più efficacemente, (illustri sconosciute dalla maggior parte dei consumatori,) a depurare l’organismo , contrastando l’effetto dei radicali liberi: causa di tumore..Le sostanze che privilegiano questo squisito frutto sono da ricercare nelle sostanze  di cui il nostro corpo è essenzialmente composto: sali minerali tra cui l’abbondantissimo potassio, fosforo, calcio, magnesio. Vitamine a profusione: A- B1-B2 e C .

La polpa della prugna riesce a compiere il miracoloso processo della secrezione biliare, utilissima per il fegato che, nel pieno delle sue funzioni, depura l’organismo convogliando i residui nell’intestino.

Appartiene alla famiglia delle Rosacee originaria della Cina e Giappone. Si raccoglie da Giugno ad Ottobre, pianta molto fruttifera, i cui esperti ,riescono a ottenere ben cinque raccolti! “Sangue di Drago” è un nome accattivante sopratutto per i bambini a cui, di solito, dar da mangiare frutta è un’impresa. Noi, mamme  siamo esperte in materia  di sotterfugi per consentire ai nostri piccoli una dieta equilibrata: chi di voi non ha cercato di nascondere un sapore sgradito in un bel frullato?,

Per caso, in mancanza di more raccolte in Settembre e Ottobre nel nostro “mitico posto delle more”, una collinetta esposta al sole ai Pratoni del Vivaro, nel quale riuscivamo , ogni settimana, a raccogliere circa tre chili di frutti bellissimi, grandi e maturi. Li pesavamo nella vicina pesca ittica, per sapere esattamente la quantità di zucchero da aggiungere….poi al market per comperarlo insieme alla pectina. A sera i barattoli erano impilati, doverosamente a testa in giù di succo bollente di more. La mia marmellata era di un sapore insuperabile: al confronto, le migliori del market, erano zucchero con vago sentore di  sapore di plastica..

L’anno scorso qualcuno ha chiuso il passaggio al “ posto delle more”, alla pluricentenaria quercia che, come  una vecchia amica, accettava il mio abbraccio sulle sue rughe che somigliavano alle mie.

Ho trovato la soluzione , inaspettata, con le prugne Sangue di Drago.

Un caso che ci ha consentito di continuare le nostre colazioni a base di fette biscottate, un velo di burro, e marmellata. A nostro figlio il cambiamento è piaciuto ! A noi è piaciuto il fatto che alterneremo Sangue di Drago con More dei Pratoni del Vivaro!

La ricetta per la marmellata è identica: un chilo di frutta , mezzo chilo di zucchero, meglio se di canna, barattoli sterilizzati per almeno dieci minuti in cui versare i frutti bolliti insieme alla pectina per sei minuti circa. Mettere i barattoli a testa in giù  per …io li lascio per tutta la notte, poi li ripongo nella madia al fresco ed al buio, mi è capitato un barattolo dimenticato da almeno due anni.Era buonissimo, perché sottovuoto!  Qualche persona non ama i semini delle more o la buccia delle prugne: basta mettere un frullatore ad immersione nel barattolo  una volta aperto. Vi consiglio di cuocere i frutti così come sono perché il loro sapore rimane inalterato: cominciare a manipolare i frutti prima della cottura, da l’effetto “ plastica”…. Bon appetit!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...