Per l’ Irreverendo che ha attinto da Stupendizia, spirito libero come Ipazia.


Il vantaggio di tenere il bandolo della matassa è indubbiamente dalla sua parte: mi censura quando vuole.Il suo primo commento alle mie critiche mi ha lasciata basita: ” ma lei lo sa come vive il Dalai Lama?” . Intendendo che anche lui vive nel lusso come nel lusso vivono gli ecclesiastici. Bella mossa  da parte sua che mi ha dato il colpo di grazia se ne avessi avuto ancora bisogno! L’idea mi costa fatica, credendo io negli ideali più saldi che appartengono alla persona umana a tuttotondo. Denigra naturalmente i gay mentre , personalmente, rifiuto questo termine di appartenenza ad un club: la qualità esistenziale è uguale, di fronte al creato, dallo stelo d’erba all’ultima “creazione ecclesiastica”: l’uomo che, per me, non significa affatto la ciliegina sulla torta della crezione in toto ma la sua rogna maggiore. Si è andato a documentare sul mio blog “Stupendizia” estrapolando quello che a lei faceva comodo. Cosa poteva fargli più comodo che io, per un certo periodo della mia vita e per portare avanti una famiglia, abbia fatto la spazzina? Le ricordo che in America, due anni dopo , hanno dato il premio come “Donna dell’Anno” ad una operatrice ecologica che aveva, come me, due figli a carico. Mi sberleffa dicendo che uso la penna come la scopa e tutto questo lo fa con una sottile, non tanto sottile, cattiveria. Del fatto che scrivessi a ventuno anni per la Rizzoli lo azzera come ” cosa sbiadita dal tempo”. E’ abituato ad aver ragione, dopo la sua conversione?
Questo è un crimine picologico contro una persona umana e mi dispiace tanto che resti impunito. Io ho le armi per difendermi ma penso a coloro che ne sono sguarniti. Le ha dato tanto fastidio la constatazione che la Bibbia non sia il “libro per eccellenza” ma una copia di una copia trovata nella valle di Ninive che si rifà in toto all’Epopea di Gilgamesh nella quale sono descritti tutti gli accadimenti bibblici, diluvio compreso? Certo la fede è la fede, ma la fede cieca è per ciechi. Di ricami sui dogmi e centritavola sui misteri sono pieni i vostri libri per persone affrante, bisognose di un aiuto psicologico che vanno incanalate nel “miracolo” di turno a tot Euro. Il nuovo papa Francesco, non ha fatto attempo ad installarsi in vaticano, che già in Argentina si stà vociferando di un’ostia che trasuda sangue umano. In quanto a “Sposati e sii sottomessa” e ” Sposala e muori per lei” mi fà tanto introito ecclesiastico data la penuria di matrimoni religiosi. Alla signora in questione suggerisco : ” Ipazia ” vita e sogni di una scienziata del IV secolo che fu fatta a pezzi dai cristiani perchè si doveva “sottomettere”  al canone maschile: prima martire cristiana . Gli stessi autori di quell’omicidio distrussero la biblioteca di Alessandria per continuare a tenere, ecclesiasticamente, il popolo nell’ignoranza  C’è bisogno del “vostro” consenso per due persone innamorate? Dei vostri consigli perchè il matrimonio proceda secondo i vostri canoni? E’ grave  che ne parli qualcuno che non sia all’altezza della conoscenza della materia in questione. Come può un prete parlare di argomenti  come il matrimonio? La vita, per chi sa gustarne la pienezza anche nelle sue tribolazioni, non ha bisogno di valori aggiunti perchè si manifesta da sè senza parassiti e paguri che occupano le case degli altri e poi…vai a stanarli dalle loro regge lussuose dove predicano un Cristo che si rivolterebbe nella tomba perchè, per loro, la povertà è passata di moda, ormai il papa ha il suo elicottero personale, è un capo di stato che nulla ha più a che vedere con le anime degli uomini.Sono convinta, dal profondo del mio essere,che il nostro mondo sarebbe stato infinitamente migliore se tanti spiriti liberi come Ipazia, non fossero stati messi a tacere con la forza inaudita dell’ignoranza.

Annunci

7 thoughts on “Per l’ Irreverendo che ha attinto da Stupendizia, spirito libero come Ipazia.

  1. ho letto alcune frasi del tuo libro in rete ti devo fare i miei complimenti…. tratti un po di tutto e scritti veramente bene…. sai viviamo in un mondo dove tutto ciò che stabilisce la maggioranza è per ciò stesso giusto e buono? io penso di no’ L’esperienza storica del ventesimo secolo ha dimostrato che ci possono essere maggioranze ingiuste…..purtroppo la vita ci regala infinite delusioni,… che nascono comunque, evidentemente, dalle nostre errate valutazioni, altrimenti ci sarebbe sempre piena coscienza e conoscenza……però perche’ sopravvivere quando si può vivere.. nella semplicità……io dico che in questo mondo manca solo due parole l’onesta e l’amore…. la penso esattamente come te’..

  2. Queste prevaricazioni psicologiche mi insegnano, ogni giorno di più, ad apprezzare il mio libero spirito non condizionato da chiese, partiti politici che ti vogliono “debole”, bisognoso di un capo mandria . Mi manca l’onestà vera delle persone e mi abbraccio da sola alla bambina che è in me.

    1. Carissima Stupendizia (parlo seriamente!)
      io credo che Lei e io possiamo tentare di essere più obiettivi. Domanda: perché si entra in un blog attaccando e inveendo su argomenti che dovrebbero essere “discussi” con un confronto vero, anche per chi non è d’accordo? Facciamo un esempio, da domani entrano sul suo blog persone che incominciano ad accusarla, denigrarla, insultarla. Come reagirebbe?
      Io non censuro nessuno, in quanto ospite del blog in questione.
      Mi dica poi cosa c’entrano i gay (termine usato da Lei) in questo contesto. potrei citare i suoi post poco “signorili”, ma non è questo il nodo. Ho il lieve sospetto che l’ideologia di fondo sia entrata nel profondo e questo risulta un problema che veicola tutti gli ambiti del pensiero.
      Se Lei lo desidera, avulsi da preconcetti, si può dialogare anche nelle pur visioni contrastanti, a Lei i modi e i termini, in quanto “casa” sua. (se mi offre un caffè lo bevo volentieri!).
      Sottolineare la sua professione, non era denigratorio, anch’io spazzavo (con la scopa vera) in altri ambiti, e spazzo ancora in altri ambiti (pur senza scopa vera), ma il tentativo di ricordarle, che quel mestiere, utile alla società, può anche insegnare come cercare di “fare pulizia” prima su stessi e per aiutare chi si incontra, se è disposto a percorsi di pulizia.
      Lei identifica l’uomo, quindi anche se stessa in quanto persona umana, come “rogna” (la maggiore per giunta!). Io penso che Lei come persona sia irripetibile e unica (nel bene e nel male), e Le auguro di abbracciarsi e non percepire acari e paguri, come lascia trasparire (Sue parole), e ricordo, in quanto scrittrice, che le parole hanno un significato e un peso. Io Le auguro di abbracciare la vita e desiderare di “incontrare” per essere più ricchi (anche senza la pensione, come sarà per me, e non per demerito, ma per un mondo peggiore). Ricchi di sapere che non si è soli e rivolti nell’unica Direzione che ci attende (e la morte e solo un doloroso, ma dovuto passaggio).
      Per ultimo e non per ultimo Le chiedo venia se alcune provocazioni possono aver ferito, ma l’obiettivo era risvegliare, e rileggendo il sopracitato libero pensiero, mi sembra che qualcosa si stia muovendo, basta solo allargare gli orizzonti e uscire allo scoperto senza timore.
      Se lo desidera sono sempre pronto per un caffè, potrebbe creare una pagina “un caffè con LIRReverendo”, sarei disponibile (senza le provocazioni s’intende). Non lo dica a nessuno anch’io scrivo libri, ma la Rizzoli è “lontana”, e preferisco aspettare il Libro della Vita dove leggerò anche questo post per Lei, per Voi per tutti, me compreso.
      Onestamente LIRReverendo

      1. Gentile signore,
        sono entrata nel blog per curiosità ed ho “appuntato” senza trascendere,il mio pensiero sulla bibbia che ritengo, è storia, non sia il libro per eccelenza. Naturalmente a cotanto ardire mi si risponde con rime in falsetto. Chiunque avrebbe vacillato, non io e non per vanagloria o mi senta su un piedistallo: sono una persona comune ed alquanto timida. Mi indigna il non “partire” dalla verità, qualunque essa sia.
        Nel Codice Vaticano A ( custodito per l’appunto in vaticano,a cui lei potrà facilmente attingere ), un foglietto che aprirebbe la mente di tante persone , si vede chiaramente il Dio che sta gettando semi sulla terra per farla diventare “il pianeta degli alberi” quegli alberi che vivrebbero meglio senza gli umani che li stroncano mentre gli uomini non potrebbero vivere senza il loro ossigeno: per questo li definisco la “rogna ” perchè soverchiano il naturale in perfetta ignoranza del Creato.
        Questo Essere ha seminato la terra per farne luogo d’accoglienza per gli umani. Ha inviato prima tre scimmie: due grandi ed una piccola il che stava a dire che avevano prolificato. In una grotta costruita con ai lati due porte di ineccepibile precisione geometrica, sono situati una donna ed un uomo. Quindi la terra era pronta per l’invio degli umani. Fantascienza?
        Non stiamo facendo la stessa cosa nella ricerca di un eventuale pianeta, per pochi, che ci potrebbe ospitare dal momento che siamo riusciti nell’intento di distruggere anche “questa terra promessa” e ” questo vello d’oro” che ricercavano gli Argonauti? Basta dire Astronauti ed il gioco è fatto.
        Tutto il resto sono catastrofi umane ad iniziare dall’inquisizione approvate da bolle papali e via dicendo. Possiamo tralasciare l’antico testamento, tanto è una copia dell’epopea di Gilgamesh ed arrivare ai vangeli in cui Maria si trovò incinta per opera dello spirito santo. Vogliamo dire che questo spirito santo, nell’antico testamento, altro non è che la macchina da guerra con cui il dio uccideva anche cinquemila persone alla volta? Vogliamo dire che Maria, come succede ai nostri giorni, fu inseminata e l’arcangelo Gabriele era un Gabriele dei tanti dell’equipaggio? Vogliamo dire che Ezechiele, dichiara che i cherubini volavano in quanto forniti di “Turbine?”.Vogliamo dire che la bibbia è un libro di storia e tecnologia?
        Salomone ” fu invitato” a costruire il tempio in cubiti e “L’angelo li misurava” affinchè il tempio fosse adatto ad ospitare il propellente per l’astronave. Tutto doveva essere foderato d’oro per evitare il disperdersi delle radiazioni e che durante la costruzione non si udì suono di metalli: con cosa sollevavano quelle pietre?.Vogliamo dire che la proporzione aurea (phi) con cui fu costruita la grande piramide di Cheope è l’esatta proporzione con cui fu costruito il tempio di Salomone. O il dio d’Abramo ha copiato il progetto della grande piramide oppure ha costruito tutti e due i progetti con la proporzione aurea (phi). Da ricordare che, con i mezzi attuali, non possiamo neanche “concepire” di costruire la grande piramide.
        Non vorrei averla scioccata, mi sembra abbastanza per oggi.Cordialmente. Adelma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...