Cosa Mangiare


COSA MANGIARE

Non possiamo permetterci il lusso di sbagliare ancora per noncuranza o superficialità.
Non possiamo perché il nostro tempo planetario sta ticchettando in nostro sfavore; vietati gli allarmismi ed i facili accantonamenti .
Il nostro problema è sotto gli occhi di tutti anche dei non vedenti: il nostro tipo di alimentazione sta creando seri guai al Pianeta Terra ed alla nostra salute. Dobbiamo spaginare il vocabolario sull’alimentazione umana e fare lì le dovute riflessioni perché i numeri degli ammalati di tumore, di infarto, di diabete, di obesità ci stanno indicando che il rapporto tra i sani e gli ammalati è un margine che si sta’ restringendo ogni anno che passa. Il risultato sarà, a breve di tre ad uno.
Perché ?
“Siamo quel che mangiamo”. Questa frase udita ma …non udita perché troppo impegnativa mi è di paragone a quel che ero io otto mesi fa. Maria, la vicina del giardino, è perfettamente come me otto mesi fa. Inutile dirle che sua figlia di quarantuno anni con un’artrite deformante dovrebbe rivolgersi ai naturopati per rigenerare il sistema cellulare, il sistema sanguigno che, insomma, dovrebbe ripulirsi da quanto l’ha condotta alla malattia invece di caricare ulteriormente il suo organismo di veleni medicinali.
Inutile. Maria non mi ascolta e, credo seriamente, mi prenda per una strampalata . Maria è allarmata da quello che le dico perché non è nei suoi parametri, come non lo era nei miei quando l’amico Lorenzo Pietrella mi prospettava gentilmente le stesse cose. Solo che io, a differenza di Maria, sono curiosa. Notevole differenza. Sostanziale.
Questo è l’enorme baratro tra una mente olistica ed una mente lineare.
Non fermarsi di fronte al muro delle informazioni propinateci, alle secolarizzazioni, alle scuole, alle imposizioni più o meno esatte dei nostri genitori. Non dare mai niente per scontato. La verità te la devi cercare, te la devi conquistare e farla tua.
La carne, il pesce, i formaggi?
Niente di più deleterio per l’organismo umano: non lo dico io ma Umberto Veronesi, storico del tumore al seno: basta guardare e sentire i suoi ultimi video su yuotube.
Tutta questa errata informazione la danno le multinazionali del profitto, quelle che riempiono i super-mercati di cibo-spazzatura.
Il latte di mucca ci viene propinato come alimentazione primaria per i nostri bambini mentre noi umani, non avendo l’enzima per scindere e digerire il latte, facciamo una gran fatica ad accettare il veleno che si chiama caseina . Il nostro sistema immunitario, per difendersi, va’ ad attingere il contributo di calcio dalle nostre ossa e dai nostri denti . Chi beve il latte di mucca per un apporto di calcio, riceve esattamente il contrario. Il calcio che ci serve sta nei vegetali a foglia verde che gli deriva dall’esposizione al sole .
Le “nobili” proteine della carne e dei pesci con omega tre sono un’invenzione dei profittatori planetari che in meno di cinquanta anni hanno portato via i contadini dai campi con l’illusione del benessere che avrebbero dato le fabbriche. Le proteine della carne vanno bene per i carnivori che hanno un intestino corto, una mandibola fissa ed un acido stomacale atto a digerirlo. Noi siamo fruttivori e, andando controcorrente, ci stiamo ammalando di tante pesti planetarie: cancro, ictus cardiaco e cerebrale, diabete, obesità. Ripetere giova.
Il nostro corpo si sta ribellando ai veleni delle proteine animali: nei bambini stanno crescendo le varie allergie alimentari,
Come ci stanno e ci stiamo curando?
Andando in farmacia a prendere altri veleni tampone.
Chi ci guadagna?
Non io, non tu…
Le multinazionali del profitto sono sempre lì.
Ti informano male. Guadagnano sulla tua ignoranza e sulla tua malattia.
Non assolvo neanche i medici di base perché dovrebbero analizzare il nuovo.
Potrò riprovare con Maria perché è la coscienza di informarla che me lo detta.